giovedì 22 gennaio 2009

Capesante Gratinate con pomodori confit



Questi pregiati molluschi originari del nord della Spagna sono ricchi di sostanze nutritive quali la vitamina A,sali minerali come il calcio e l'omega 3 che come ben sappiamo riduce il colesterolo cattivo e aumenta quello buono.
Le capesante al momento dell'acquisto devono essere chiuse per garantire che il mollusco all'interno sia vivo;in seguito poi vanno aperte e pu
lite con molta attenzione levando le parti filamentose e passate sotto l'acqua corrente per eliminare sabbia residua. Personalmente ho voluto arricchire questa preparazione mettendo 3 molluschi per ogni conchiglia in modo da ottenere una porzione più consistente e risparmiare spazio in cottura. Ho dovuto quindi staccare tutti i molluschi dalle conchiglie e dopo attenta pulizia li ho conditi con sale,pepe bianco,pochissimo aglio,pangrattato,olio extra vergine d'oliva e riposti nuovamente nei gusci in gruppetti da tre e cotti per una decina di minuti a forno ben caldo.
All'uscita ho inserito una julienne di pomodori confit e una spolverata di prezzemolo e basilico tritati.
I pomodori confit che ho usato questa volta sono preparati diversamente da quelli elencati nella preparazione del pesce Sanpietro: ovvero li ho prima leggermente sbollentati in acqua facendo un incisione a croce sull'es
tremità in alto in modo da poter togliere facilmente la buccia,poi li ho tagliati a spicchi(in 4) e tolto il succo e i semi e messi in teglia con sale,un pizzico di zucchero,aglio a rondelle,timo fresco e olio,poi infornati a 90-100° per un oretta abbondante.
La differenza tra i 2 modi di preparare questi pomodori consiste nella presenza o meno della buccia.Cosi facendo risulteranno più dolci e morbidi e di conseguenza formeranno un ottimo abbinamento alle capesante.


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Bravissimo!!!!!!

Soccotti ha detto...

Che figata, spero di riuscire ad assaggiarle, prima o poi!!!

Stiv ha detto...

Appena passi di qui provvedero a soddisfare la tua curiosità...