giovedì 12 febbraio 2009

Castagnole


Ogni Carnevale che si rispetti porta con se oltre le maschere e le stelle filanti,i tanto desiderati dolci,parte più gustosa e calorica dell'evento.
La parte del leone la fanno le castagnole o frittelle(chiamate cosi proprio perchè ricordano la forma di una piccola castagna)ripiene co
n crema pasticcera classica o al cioccolato sono veramente irresistibili;ecco la dose:
  • Farina 200g.
  • Acqua 200g.
  • Burro 70g.
  • Uova 4
  • Sale un pizzico
  • Zucchero 15g.
  • Ricotta(facoltativo) 20g.
Portiamo a ebollizione l'acqua con il burro il sale e lo zucchero,quindi incorporiamo la farina precedentemente setacciata e mescoliamo energicamente e lasciamo cuocere finché l'impasto non si staccherà dalle pareti formando una palla soda.Raffreddato il composto aggiungiamo la ricotta(facoltativo) e le uova una alla volta fino ad ottenere un impasto omogeneo,potrebbero essere necessarie più di 4 uova a seconda della grandezza delle stesse e a seconda dell'impasto di quanto ne assorbirà.
Ora riempiamo un tasca da pasticceria(sac a poche) senza il bocchettone o se privi, useremo in alternativa un cucchiaio da cucina per formare piccole palline da friggere a 170° per qualche minuto.
Per dargli la giusta morbidezza,una volta fritte ,vanno passate in una bagna che possiamo comporre a seconda dei nostri gusti;andrà benissimo anche della semplice acqua zuccherata in caso siano i bambini i destinatari.In alternativa possiamo aromatizzare la bagna sempre composta da acqua ma con l'aggiunta di grand-marnier o sambuca o anice o brandy o come ben sappiamo possiamo colorare le castagnole passandole nell'alchermess sempre un poco diluito.
Una volta bagnate facciamo un forellino in un lato in modo da poter inserire il bocchettone piccolo della tasca da pasticceria per farcire con la crema;una volte ripiene e ancora bagnate vanno passate nello zucchero per ottenere l'effetto granuloso.
Si potrebbero cuocere anche al forno come avviene per i bignè ma il risultato non è lo stesso e per una volta ci si può abbandonare a questi piccoli piaceri...




4 commenti:

Anonimo ha detto...

Come potrei non lasciarti un commento per ringraziarti di tanta bellezza, in questi giorni mi metto con mia figlia, poi faccio foto ( sempre se sono venute come le tue ) pensavo che era più difficoltoso a farle, ma che bontà
Aurora

sheila ha detto...

io le faccio di riso in genere
ma la ricetta dei bomboloni è simile?
si somigliano cambia la grandezza
sono ignorante come al solito forse
complimenti stiv
grazie
mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm

Stiv ha detto...

Aurora vedrai che saranno ottime,un saluto alla figliola...
X sheila:la ricetta dei bomboloni è diversa in quanto è una pasta lievitata,anche se dalle foto si assomigliano sono totalmente differenti,metterò anche quella come ricetta cosi vedrai la differenza,ciao!

sheila ha detto...

Grazie sei gentile ciao Stiv